Il Veneto ed il 150°. Appello agli amministratori

La ricorrenza del 150° dell’Unità d’Italia si intreccia con un interrogativo di ordine generale che sale sempre più pressante dalla cosiddetta “società civile”: quali sono le ragioni d’essere di questo Stato e le sue prospettive in questo crepuscolo di cronache da fine impero. Nel momento in cui tutte le certezze vacillano è lecito e opportuno […]

Progetto scuola-lavoro a Cattaro

Si è positivamente concluso il progetto organizzato dall’Associazione “Bepin Segato” che ha visto un gruppo di giovani studenti veneti impegnati nello studio sul posto della storia delle Bocche di Cattaro in Montenegro, in particolare le città di Cattaro, Perasto, Budua e Cetinje, con lezioni in aula e visite guidate, e delle attività di manutenzione della […]

Ritorno a Perasto,
estremo baluardo della Repubblica Veneta

L’Associazione Veneti nel Mondo in collaborazione co l’Associazione Bepin Segato organizza un tour in Dalmazia e Bocche di Cattaro (Perasto) alla riscoperta delle testimonianze della Repubblica Veneta dal 18 al 25 di agosto 2010. [lexi tuto]

L’associazione Veneti nel Mondo in collaborazione con l’Associazione Bepin Segato
organizzano

Ritorno a Perasto
Ultimo baluardo
della Serenissima Repubblica di Venezia

DISCORSO DI PERASTO
“In sto amaro momento, in sto ultimo sfogo de amor, de fede al Veneto Serenisimo Dominio,
al Gonfalon de la Serenisima Republica, ne sia de conforto, o citadini,

Savarà da nu i nostri fioi, e la storia del zorno farà saver a tuta l’Europa, che Perasto la gà degnamente sostenudo fin a l’ultimo l’onor del Veneto Gonfalon, onorandolo co sto fato solene, e deponendolo bagnà del nostro universal amaro pianto.

Par 377 ani le nostre sostanse, el nostro sangue, le nostre vite le xè sempre stàe par Ti, S.Marco;
e felicisimi senpre se gavemo reputà, Ti co nu, nu co Ti, e senpre co Ti sul mar
semo stài ilustri e virtuoxi. Nisun co ti ne gà visto scanpar, nisun co Ti ne gà visto vinti e spauroxi!

Ma xa che altro no ne resta da far par Ti, el nostro cor sia l’onoradisima tò tonba, e el più duro e el più grando elogio le nostre làgreme.”

Capitan Giuseppe Viscovich

(pronunciato il 23.08.1797 al momento dell’ammaina bandiera
del Gonfalone di San Marco a Perasto, l’ultima città a restare Veneziana
dopo l’annientamento della Repubblica Veneta avvenuto il 12.05.1797)

dal 18 al 25 Agosto 2010
viaggio nella Dalmazia Veneta fino alla Bocche di Cattaro
alla riscoperta dei tesori dell’arte e dell’architettura veneziana
con visite a Zara, Spalato, Sebenico, Ragusa, Cattaro, Perasto, Budua


Per info e prenotazioni:
“Veneti nel mondo” – 0445 855550 – info@venetinelmondo.org

Programma del viaggio [premi qui]
Discorso di Perasto del cap. Viscovich [premi qui]

25 Aprile, esponiamo il gonfalone di San Marco

Un malinteso sentimento di integrazione verso persone di culture, religioni e usanze diverse provenienti da altri continenti o regioni d’Italia, si trasforma per alcuni in uno strumento di autocensura nei diversi contesti sociali in cui normalmente manifestiamo gli aspetti della nostra identità collettiva. Si parli dell’esposizione dei crocefissi in luoghi pubblici, dell’allestimento dei tradizionali presepi […]

Commemorazione 2010

L’associazione Bepin Segato. Invita la s.v. ALLA COMMEMORAZIONE DELLA MORTE DI BEPIN SEGATO domenica 28 marzo 2010 – ore 12:00 presso il cimitero di S. Michele delle Badesse – Borgoricco (PD) – Nella quarta ricorrenza della scomparsa di Segato, torniamo a Borgoricco per un momento di riflessione e continuità ideale. Noi che con Segato abbiamo […]

A.P.V.: il danneggiato è stato Segato.

Comunicato Stampa – Domenica 8 novembre 2009

Teniamo a fornire una precisazione riguardo l’articolo di sabato 7 Novembre “Quattro Governi per il Popolo Veneto” senza la quale rischia di venire indebitamente accostata la figura di un Patriota Veneto vero, Giuseppe Segato, con i vari sedicenti “autogoverni” che accalcano le pagine delle cronache odierne per le indagini sulle loro discutibili iniziative.
Com’è scritto nell’articolo in questione Segato, assieme a Luciano Franceschi, ha firmato nell’autunno del 1999 un documento sottopostogli da un personaggio spuntato all’improvviso (Loris Palmerini), intitolato all’Autogoverno del Popolo Veneto.